Conosciamo l’equiseto, pianta dalle proprietà benefiche
Martedì, 23 Maggio 2017

Conosciamo l’equiseto, pianta dalle proprietà benefiche

Oggi con gli sviluppi della medicina abbiamo imparato ad affidare la nostra salute a diversi professionisti che ci prescrivono i rimedi che ritengono più indicati per noi. Molte medicine sono state create e inventate per allungare la vita dell’uomo e renderla più semplice e sana possibile. Sempre più attenzione si sta facendo comunque a trovare rimedi alternativi e sostanze naturali, in modo che non siano invasive per l’organismo. Infatti i nostri avi non possedevano medicinali come noi oggi eppure avevano una vita equilibrata e sapevano curarsi, anche se in modo diverso.

Dove trovavano le sostanze per curarsi? Come ci riuscivano?

La risposta è semplice: nella natura. Siamo circondati da molte piante, da frutta e verdura e spesso le mangiamo in base al gusto, se fa per noi o no, senza chiederci che proprietà hanno. Altre piante, più rare e poco diffuse, hanno proprietà sensazionali, e se non le conosciamo e ricerchiamo, ci perdiamo un mondo di opportunità. Molti integratori ben preparati oggi per fortuna ne contengono diverse e ci forniscono tutte le loro proprietà benefiche. Prendiamone una, per esempio l’equiseto.

L’equiseto, detta anche coda cavallina, è una pianta diffusa e utilizzata fin dall’antichità. Di solito cresce vicino ai campi coltivati o ai fossi e si trova spesso nei luoghi di montagna dell’Italia del nord. Esistono 35 specie di equiseto e 15 di queste si possono trovare sul suolo europeo. Di queste specie, tranne l’equiseto arvense, tutte le altre non si possono assumere perché hanno delle proprietà tossiche per il corpo umano. Per questa ragione gli esperti consigliano di non preparare questa sostanza in modo autonomo ma di avvalersi dell’esperienza e della competenza di un professionista.

Le proprietà benefiche di questa pianta sono innumerevoli. Oltre ad essere un potente antinfiammatorio, antibatterico e antiossidante ha anche un’attività diuretica e molte proprietà rimineralizzanti. 

Per tutti questi motivi è utilizzato prevalentemente in cinque situazioni problematiche. Per prima cosa viene utilizzato nei casi di caduta dei capelli, creando un infuso che viene poi applicato sulla cute massaggiando i capelli sotto la doccia. Un altro caso per cui ricorriamo all’equiseto è il mal di gola, creando sempre un infuso con cui fare dei gargarismi. Poi è molto utile per i problemi di vescica, facendo dei bagni curativi. Altra utilità riguarda i calcoli ai reni, che si curano preparando un decotto e assumendone due tazze al giorno non vicino ai pasti. In ultimo l’equiseto è indicato per i casi di eccessiva sudorazione dei piedi, facendo dei pediluvi per un periodo di tempo prolungato. 

Come una sola pianta possa avere così tante proprietà benefiche resta un mistero. Quello che è chiaro è che assumere l’equiseto ha svariati benefici per l’essere umano e dobbiamo trovare delle modalità per assumerlo con costanza e non solo in caso di emergenza. Andando in erboristeria e acquistandolo, oppure assumendo integratori contenenti l’equiseto, possiamo fornire al nostro corpo un supporto valido e degno di nota.

Prodotti IKIGAI correlati:

Iki - Charme

90 ml - 3x30 ml e

49,00€
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×