L'importanza dell'acido folico
Lunedì, 15 Maggio 2017

L'importanza dell'acido folico

Il nostro corpo sa esattamente cosa fa bene alla sua salute e cosa no. In natura ci sono prodotti salutari in abbondanza e la maggior parte di essi (assunti in modo consapevole e senza esagerare) fornisce al nostro corpo tutte le sostanze di cui ha bisogno per essere sempre carico di energia e pronto ad affrontare ogni situazione che gli si pone di fronte. Quando però o per una alimentazione sbagliata o per una non consapevolezza di ciò che il nostro corpo ha bisogno, il nostro organismo non assume una di queste sostanze nella dose sufficiente, dobbiamo ricorrere ai ripari. Possiamo cercare gli alimenti specifici che contengono quella sostanza oppure acquistare degli integratori che ci aiutino nel riequilibrare il nostro fisico, fornendogli ciò di cui ha bisogno.

Una delle sostanze fondamentali da assumere è l’acido folico, una delle vitamine che si trovano nel gruppo B, che ha da una parte molti effetti benefici e dall’altra, se non assunta con regolarità, può comportare diverse conseguenze non piacevoli. La prima distinzione da fare è tra acido folico e folati. I folati si trovano direttamente in diversi alimenti che assumiamo tutti i giorni, mentre l’acido folico si trova in certi integratori vitaminici o in certi alimenti arricchiti con questa sostanza. Sono due vitamine fondamentali, dal momento che sono coinvolte nella sintesi del DNA, RNA e delle proteine. Inoltre, sono fondamentali per le nostre cellule del sangue e della pelle, poiché queste per loro natura si riproducono e si rigenerano molto velocemente all’interno dell’organismo. La loro funzione benefica non finisce qui, perché contribuiscono anche allo sviluppo sano ed equilibrato dell’embrione quando nel ventre materno comincia il processo di creazione dei vari organi del futuro bambino.

Quali sono invece i rischi legati ad una scarsa assunzione di queste sostanze?

Le possibili difficoltà sono delle forme di anemia oppure delle problematiche legate allo sviluppo normale del feto, facilmente evitabili assumendo le dosi vitaminiche con regolarità e consapevolezza.

Queste vitamine si possono trovare in molti alimenti, come le verdure a foglia verde, gli agrumi, i legumi, i cereali, la frutta (kiwi e fragole) e frutta secca (mandorle e noci). Anche nelle uova si possono trovare i folati, ma non sono da assumere per più di due o tre volte alla settimana. Sono presenti anche nella birra e nel fegato (oltre che in certi formaggi), anche se gli specialisti consigliano di assumere questi alimenti in dosi limitate e con una ridotta frequenza.

Quindi assumendo frutta e verdura spesso nei nostri pasti o spuntini possiamo fornire al nostro corpo tutti i folati di cui ha bisogno, ricordandoci anche di affiancare a questi degli integratori contenenti acido folico per assumerne la corretta quantità, soprattutto per le donne in gravidanza.
E’ sempre più importante quindi riflettere su quello che assumiamo quotidianamente e interrogarci sugli effetti che a lungo termine questo tipo di alimentazione avrà su di noi, sulla nostra energia, sulla nostra salute e in ultimo, come abbiamo visto, sulla salute dei nostri figli.

Prodotti IKIGAI correlati:

Iki - Relax

90 ml - 3x30ml e

49,00€
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×