Stress da lavoro? Ginko!
Martedì, 18 Aprile 2017

Stress da lavoro? Ginko!

La vita lavorativa, spesso, è fonte di stress. Traffico, orari impossibili, pranzi veloci. E poi, come se non bastasse, qualche straordinario, il cliente dell’ultimo minuto o la grana che non ti aspetti. Alla lunga, queste cose stancano e possono produrre un indebolimento generale dell’organismo, che a sua volta si ripercuote sulla lucidità mentale e sulla capacità di restare concentrati anche per lunghi periodi.
Oltre alle pratiche di benessere e lifestyle di cui in questo blog abbiamo ampiamente parlato (e che consistono in adeguate ore di sonno, alimentazione a base prevalentemente vegetale e pratiche meditative e/o di respirazione), un aiuto molto potente può derivare dall’uso regolare e continuativo di un integratore che, a buon titolo, è da molti considerato come un miracoloso medicamento, il Ginko Biloba.
Tra le varie caratteristiche che si riconoscono a questa pianta asiatica, spiccano le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.
Visti gli effetti davvero potenti di questa pianta, sono state effettuate numerose ricerche mediche, nel corso degli anni, e tutte portano alla medesima conclusione: il Ginko Biloba è utile e aiuta l’organismo sia a sfiammarsi, sia a mantenersi giovane sano. Soprattutto per chi è sottoposto a stress mentale (troppi pensieri), a chi fuma, a chi ogni tanto beve qualche bicchiere di troppo, l’uso continuativo di questa pianta è di certo consigliabile.

A prescindere dallo stile di vita, l’uso del Ginko Biloba è utilissimo per migliorare la memoria e le funzioni cognitive in genere, visto che favorisce l’afflusso di sangue al cervello (addirittura, la pianta ha prodotto, dopo una serie di test condotti in campo medico, netti miglioramenti in pazienti affetti da malattie degenerative e da disturbi della memoria): va benissimo per studenti, uomini e donne che svolgono attività di concetto, per uomini e donne over 40 che vogliono mantenere il loro cervello sano, reattivo e sempre sveglio. Per questo motivo, dovrebbe essere considerato più come un complemento costante dell’alimentazione che un integratore da utilizzare di tanto in tanto. A patto che, come abbiamo detto più volte, si assuma il prodotto lavorato e preparato con la massima cura. In genere, è bene diffidare di prodotti che, pur recanti la dicitura Ginko Biloba, costano troppo poco, perché i processi di elaborazione della pianta possono nettamente incidere sulle sue proprietà. Insomma, il messaggio è chiaro: la qualità di questa pianta è talmente importante e i suoi effetti sono così potenti che vale la pena utilizzare solo integratori di altissima qualità.

Un’ultima, importante nota: data la grande efficacia di questa pianta e i suoi immediati effetti sul metabolismo, è consigliabile evitare l'assunzione di Ginkgo biloba in persone con turbe della coagulazione, con disturbi convulsivi e in caso d'ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.
L'utilizzo del ginkgo è controindicato anche in gravidanza e durante l'allattamento.
Anche i pazienti che devono sottoporsi a interventi chirurgici non dovrebbero assumere il ginkgo, poiché questa pianta può favorire l'insorgenza di emorragie durante l'intervento stesso.

Prodotti IKIGAI correlati:

Iki - Harmony

90 ml - 3x30 ml e

49,00€
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×